Il teatro la nuova sfida dell’Atelier dell’Errore con lo spettacolo “Piccola Liturgia Errante”

Articolo tratto da L'Eco di Bergamo ed. del 23 settembre 2017

Al bergamasco Luca Santiago Mora, artista visivo e fotografo, piacciono le sfide. Con l'Atelier dell'Errore ha portato i disegni di ragazzi con disturbi psichiatrici nelle prestigiose gallerie e mostre internazionali d'arte contemporanea, dove sono stati apprezzati e premiati. Ora li conduce a teatro. Con il reading videoteatrale «Piccola Liturgia Errante» ha debuttato domenica scorsa al festival «Torino Spiritualità», dedicato quest'anno al tema «Piccolo me. Restare o diventare bambini». Lo spettacolo «Piccola Liturgia Errante» è sostenuto da Collezione Maramotti, Fondazione Alta Mane Italia, Fondazione della Comunità Bergamasca e, in modo particolare e a titolo personale, da Martina Fiocchi Rocca. «Per i giovani dai diciotto anni in su, usciti dalla Neuropsichiatria Infantile, da gennaio è nato a Reggio Emilia, grazie ai nostri sostenitori, l'Atelier dell'Errore Big che, per un giorno alla settimana, ospita anche ragazzi di Bergamo. Il nostro obiettivo conclude Santiago Mora è far diventare l'impegno con noi la loro professione». L'Atelier dell'Errore non è solo un'efficace terapia, ma un luogo di inclusione sociale.

Leggi l'articolo tratto da L'Eco di Bergamo ed. del 23 settembre 2017

 

Pubblicato il: 26 settembre 2017