Fondazione: il valore di fare comunità

FARE COMUNITA’

Dalla raccolta fondi allo scambio di esperienze:
come opera la Fondazione della Comunità Bergamasca

 

Il 30 ottobre si chiude la raccolta delle donazioni per i progetti preselezionati nei bandi 2018 della Fondazione della Comunità Bergamasca. Alcuni progetti hanno già raggiunto l’obiettivo, raccogliendo una sfida che si è rivelata un’opportunità di grande importanza per coinvolgere la popolazione. Non solo raggiunto l’obiettivo, ma addirittura raddoppiato. Emblematica l’esperienza della Coop. Sociale Gasparina di Sopra, che ha presentato un progetto per l’inserimento socio-lavorativo di persone in situazione di fragilità. Volontari e ospiti della comunità hanno gestito l’attività di fundraising: riprendendo un’esperienza già sperimentata, durante l’estate sono state organizzate proiezioni di film all’aperto a offerta libera, che in passato serviva a coprire i costi, mentre quest’anno è stata finalizzata alla raccolta per il progetto. “Ogni sera lo abbiamo presentato con video, pieghevoli, cartoline – racconta Stefano Maistrello della coop. Gasparina – dichiarando ai presenti che le donazioni sarebbero state interamente devolute ad esso e non a una generica “beneficienza”. Il ritorno è stato inaspettato, il doppio di quanto previsto, e abbiamo anche avuto un buon riscontro in campo comunicativo, poiché nuovi soggetti sono venuti a conoscenza della nostra realtà e ci hanno contattato per avviare collaborazioni”

 

Dai progetti in partenza ai progetti conclusi. Al termine delle attività, le organizzazioni beneficiarie rendicontano tutti i costi sostenuti per poter ricevere il contributo della Fondazione, che da oggi riprende gli incontri mensili con gli enti che arrivano a rendicontazione per condividere un ritorno sulle iniziative sostenute. Un incontro informale tra realtà molto differenti per dimensione, dalla piccola organizzazione di volontariato a cooperative e consorzi, per territori di competenza, dalla città ai piccoli paesi vallari, per ambiti di azione, dal sociale al culturale all’ambientale. Uno spaccato della nostra comunità che racconta la grande varietà, ricca e complessa, di cui è composto il territorio bergamasco.
Un gruppo ristretto di 12 organizzazioni, attorno allo stesso tavolo, con il presidente dott. Carlo Vimercati e lo staff della Fondazione, hanno evidenziato, accanto alle specificità di ogni progetto, alcuni aspetti significativi per la nostra comunità.

“Avere la possibilità di sentire e vedere che cosa fate è per noi di stimolo per riflettere e andare avanti: non è semplice dare soldi, è un mestiere che impariamo ancora oggi – dichiara il presidente Vimercati – Tutte queste iniziative hanno in sé una genialità che dà valore al nostro territorio.”

“Da Pisa siamo venuti a vivere a Pontida a Casa Simone – racconta una coppia con il suo piccolo di 3 mesi – scegliendo di offrire un servizio agli altri, vicini e lontani, in uno spirito di gratuità e sostenuti dalla provvidenza e dal mutuo aiuto tra famiglie”

Coop. Sebina ha realizzato un ampio progetto territoriale, in cui “le esperienze diventano segni dentro la comunità che muovono le persone a attivarsi”. Di apertura al territorio anche le iniziative culturali e musicali, come Jazz Club, Festival Pianistico e Premio Narrativa: “sono importanti occasioni di formazione per le generazioni future e anche per questo motivo stiamo cercando di puntare sempre più sullo scambio con i giovani”.

La semplicità del dialogo e dell’ascolto, in maniera informale, hanno favorito uno scambio proficuo: Serena del Cortile di Ozanam conclude chiedendo “vorrei i contatti di tutti i presenti perché da oggi mi porto via un sacco di idee e tante connessioni che potremmo creare in futuro. Le ragazze, segnalate dal servizio tutela minori, che abbiamo incontrato nel progetto I-LAB hanno scoperto di essere appassionate di musica, arte, letteratura, cucina, quindi vorrei poter costruire con alcuni di voi nuove collaborazioni”.

 

Leggi l'articolo de L'Eco di Bergamo del 24 ottobre 2018

 

Guarda il servizio al telegiornale di TV Bergamo del 23 ottobre 2018 dal minuto 15:52

 

Pubblicato il: 24 ottobre 2018